industria 4.0

INDUSTRIA 4.0: QUANDO INNOVAZIONE  E INDUSTRIA SI INCONTRANO

Il rapporto tra l’industria 4.0 e l’automobile, o quarta rivoluzione industriale, è legato strettamente all’ultimo di una lunga serie di innovazioni, che è pronto a rimodellare l’industria automobilistica. Da una sempre maggiore interconnettività ad una catena di approvvigionamento più flessibile e dinamica, di seguito tutti le novità legate all’industria 4.0 e il mondo automotive.

Nella storia dell’industria automobilistica, l’innovazione ha sempre avuto un ruolo onnipresente e centrale nello sviluppo di nuovi modelli e macchinari dalla tecnologia all’avanguardia. Una ricca storia di trasformazioni – dalle famose innovazioni introdotte da Alfred P. Sloan Jr. all’invenzione della catena di montaggio da parte di Henry Ford – definisce un settore in cui il cambiamento avviene più spesso che mai.

Industria 4.0: che cos’è

È ormai evidente che l’industria 4.0 è al centro della trasformazione sia digitale che economica in atto in tutto il mondo, che ha l’obiettivo di diffondere una produzione industriale completamente automatizzata e interconnessa.

La dicitura “4.0” fa riferimento all’arrivo di una quarta rivoluzione industriale, a seguito dell’invenzione della macchina a vapore e del telaio meccanico del ‘700, dello sfruttamento dell’elettricità e la produzione di massa all’inizio del XX secolo e dell’introduzione del computer e dell’informatica nella produzione dopo la seconda guerra mondiale. Ma non solo: come riportato da McKinsey[1], si tratta della quarta profonda trasformazione nel mondo della produzione, dopo la lean production degli anni ‘70, l’outsourcing degli anni ’90 e l’automazione implementata negli anni 2000.

Il risultato di questa straordinaria rivoluzione è la cosiddetta Fabbrica 4.0 che sfrutta le potenzialità di macchinari interconnessi, che effettuano autodiagnostica e manutenzione preventiva.

Automotive e Industry 4.0: 4 direttrici di sviluppo

Quando l’industria 4.0 incontra il mondo automotive, vengono integrate nuove tecnologie produttive che hanno l’obiettivo di aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti nonché creare nuovi modelli di business.

In particolare, è possibile individuare 4 macro-aree di intervento dell’industria 4.0 nel settore automotive:

  1. Interconnessione: con la tecnologia di comunicazione wireless e le capacità dell’IoT (Internet of Things), è ora possibile collegare macchinari, sensori e altri dispositivi alle persone, aumentando notevolmente l’efficacia e l’efficienza del processo;
  2. Trasparenza delle informazioni: la trasparenza offerta dall’industria 4.0 fornisce agli operatori una grande quantità di informazioni utili necessarie per prendere decisioni appropriate. In sinergia con l’interconnettività, ciò permette agli operatori di raccogliere immense quantità di dati e informazioni da tutti i punti del processo produttivo, aiutando così la funzionalità e identificando le aree chiave che possono beneficiare di innovazione e miglioramento.
  3. Decisioni decentralizzate: l’interconnessione e la trasparenza delle informazioni permettono agli operatori di prendere decisioni sia all’interno che all’esterno degli impianti di produzione. Questa capacità di combinare contemporaneamente informazioni locali e globali, aiuta a guidare un migliore processo decisionale e ad aumentare la produttività complessiva.
  4. Assistenza tecnica: l’industria 4.0 sposta il ruolo dell’uomo da operatore di macchine a colui che prende decisioni e risolve problemi. I sistemi di assistenza 4.0 sono progettati per supportare gli operatori che devono prendere decisioni complesse per risolvere problemi spesso urgenti e con breve preavviso.

Automotive e industry 4.0: vantaggi

Secondo un recente rapporto di Capgemini[1], entro la fine del 2022, i produttori di automobili si aspettano che il 24% dei loro impianti saranno fabbriche intelligenti e il 49% delle case automobilistiche hanno già investito più di 250 milioni di dollari nella produzione intelligente.

Gli ingenti investimenti nel settore mettono in luce gli straordinari benefici e vantaggi derivanti dall’implementazione dell’industria 4.0 nel settore automotive.

Monitorare per prevedere

L’analisi dei big data aiuta a determinare la causa specifica di eventuali errori di produzione in modo che le aziende possano prendere misure appropriate per evitare che si ripetano. L’analitica predittiva, inoltre, aiuta i team di produzione a identificare i difetti e le inefficienze all’interno del processo così che possano essere prese misure tempestive. Non solo: l’analisi dei Big Data può aiutare a prevedere il comportamento dei clienti, oltre a garantire la gestione del rischio e il miglioramento dei processi aziendali.

Il monitoraggio predittivo, infatti, permette di gestire in maniera più efficiente anche tutta una serie di attività secondarie, come la gestione dell’inventario, la riduzione dei tempi di inattività e l’ottimizzazione delle risorse umane.

Questa applicazione dell’IoT può essere di immenso aiuto per l’industria automobilistica perché può aumentare la resa e prevenire i difetti di qualità. Per i produttori di automobili, infatti, è meglio essere predittivi che reattivi.

Più personalizzazione

L’industria 4.0 ha un ruolo di primo piano anche per quanto riguarda la personalizzazione del prodotto finale. I produttori di auto che lavorano secondo gli standard 4.0 possono personalizzare più facilmente i singoli veicoli, senza perdere in efficienza.

In particolare, si parla di personalizzazione di massa ovvero la capacità di un’azienda di fornire beni e servizi customizzati ad un mercato molto ampio, sfruttando tutte le potenzialità della tecnologia. In questo modo è possibile mantenere alta la qualità produttiva, ma rispondere con facilità alle esigenze specifiche dei clienti finali.

Catena di approvvigionamento agile

L’Industria 4.0 offre numerosi vantaggi per la catena di approvvigionamento in ogni settore. In particolare, per l’industria automobilistica, garantisce una migliore e più efficiente connettività tra ogni sua parte: con l’Industria 4.0, infatti, è possibile rendere il processo più reattivo e flessibile, il tutto fondato su una solida base di dati.

Inoltre, un’elevata interconnessione della catena di approvvigionamento – così come è di supporto nella pianificazione e nella programmazione del processo – è di grande aiuto per la tracciabilità del prodotto.

Automotive e industry 4.0: come sta cambiando il settore

L’industria automobilistica sta subendo una massiccia trasformazione, pervasiva in tutto il settore, e gran parte di essa è guidata da Industria 4.0 e dalla continua digitalizzazione dell’intera catena del valore. Le tecnologie che sono alla base di questa radicale trasformazione del mondo automotive sono comunemente chiamate tecnologie CASE per indicare connettività, autonomia, sharing mobility (mobilità condivisa) ed elettrificazione.

L’industria 4.0 ha ampliato le possibilità di trasformazione digitale nel settore automobilistico, diventando centrale per tutti gli attori in campo – produttori, fornitori, concessionari, organizzazioni finanziarie vincolate e tutti coloro che lavorano nell’ecosistema della mobilità.

Sfruttando la potenza delle tecnologie digitali e fisiche combinate e connesse – intelligenza artificiale, Internet delle cose, robotica, cloud computing e così via – le aziende di tutta la catena del valore stanno diventando più flessibili, efficienti e reattive, e stanno rimodellando il modo in cui operano le loro attività, coinvolgono i clienti e forniscono prodotti e servizi.

In conclusione, la maggior parte delle aziende dell’ecosistema automobilistico stanno investendo molto nell’innovazione dei prodotti e dei processi di produzione così da tenere il passo di fronte al rapido sviluppo tecnologico ed essere pronti alle nuove sfide future.

Fonti

[1] https://www.mckinsey.com/business-functions/operations/our-insights/manufacturings-next-act

[1] https://www.capgemini.com/

https://www.economyup.it/innovazione/cos-e-l-industria-40-e-perche-e-importante-saperla-affrontare/

https://apnews.com/press-release/wired-release/af39e5f86ea293f8c3324bed16148672

https://blog.viscosity.com/blog/what-is-industry-4.0-and-what-does-it-mean-for-my-manufacturing

https://www.pcabroker.com/automotive-4-0-il-futuro-della-mobilita/

È ormai evidente che l’industria 4.0 è al centro della trasformazione sia digitale che economica in atto in tutto il mondo, che ha l’obiettivo di diffondere una produzione industriale completamente automatizzata e interconnessa.

La dicitura “4.0” fa riferimento all’arrivo di una quarta rivoluzione industriale, a seguito dell’invenzione della macchina a vapore e del telaio meccanico del ‘700, dello sfruttamento dell’elettricità e la produzione di massa all’inizio del XX secolo e dell’introduzione del computer e dell’informatica nella produzione dopo la seconda guerra mondiale. Ma non solo: come riportato da McKinsey[1], si tratta della quarta profonda trasformazione nel mondo della produzione, dopo la lean production degli anni ‘70, l’outsourcing degli anni ’90 e l’automazione implementata negli anni 2000.

Il risultato di questa straordinaria rivoluzione è la cosiddetta Fabbrica 4.0 che sfrutta le potenzialità di macchinari interconnessi, che effettuano autodiagnostica e manutenzione preventiva.

Automotive e Industry 4.0: 4 direttrici di sviluppo

Quando l’industria 4.0 incontra il mondo automotive, vengono integrate nuove tecnologie produttive che hanno l’obiettivo di aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti nonché creare nuovi modelli di business.

In particolare, è possibile individuare 4 macro-aree di intervento dell’industria 4.0 nel settore automotive:

  1. Interconnessione: con la tecnologia di comunicazione wireless e le capacità dell’IoT (Internet of Things), è ora possibile collegare macchinari, sensori e altri dispositivi alle persone, aumentando notevolmente l’efficacia e l’efficienza del processo;
  2. Trasparenza delle informazioni: la trasparenza offerta dall’industria 4.0 fornisce agli operatori una grande quantità di informazioni utili necessarie per prendere decisioni appropriate. In sinergia con l’interconnettività, ciò permette agli operatori di raccogliere immense quantità di dati e informazioni da tutti i punti del processo produttivo, aiutando così la funzionalità e identificando le aree chiave che possono beneficiare di innovazione e miglioramento.
  3. Decisioni decentralizzate: l’interconnessione e la trasparenza delle informazioni permettono agli operatori di prendere decisioni sia all’interno che all’esterno degli impianti di produzione. Questa capacità di combinare contemporaneamente informazioni locali e globali, aiuta a guidare un migliore processo decisionale e ad aumentare la produttività complessiva.
  4. Assistenza tecnica: l’industria 4.0 sposta il ruolo dell’uomo da operatore di macchine a colui che prende decisioni e risolve problemi. I sistemi di assistenza 4.0 sono progettati per supportare gli operatori che devono prendere decisioni complesse per risolvere problemi spesso urgenti e con breve preavviso.

Automotive e industry 4.0: vantaggi

Secondo un recente rapporto di Capgemini[1], entro la fine del 2022, i produttori di automobili si aspettano che il 24% dei loro impianti saranno fabbriche intelligenti e il 49% delle case automobilistiche hanno già investito più di 250 milioni di dollari nella produzione intelligente.

Gli ingenti investimenti nel settore mettono in luce gli straordinari benefici e vantaggi derivanti dall’implementazione dell’industria 4.0 nel settore automotive.

Monitorare per prevedere

L’analisi dei big data aiuta a determinare la causa specifica di eventuali errori di produzione in modo che le aziende possano prendere misure appropriate per evitare che si ripetano. L’analitica predittiva, inoltre, aiuta i team di produzione a identificare i difetti e le inefficienze all’interno del processo così che possano essere prese misure tempestive. Non solo: l’analisi dei Big Data può aiutare a prevedere il comportamento dei clienti, oltre a garantire la gestione del rischio e il miglioramento dei processi aziendali.

Il monitoraggio predittivo, infatti, permette di gestire in maniera più efficiente anche tutta una serie di attività secondarie, come la gestione dell’inventario, la riduzione dei tempi di inattività e l’ottimizzazione delle risorse umane.

Questa applicazione dell’IoT può essere di immenso aiuto per l’industria automobilistica perché può aumentare la resa e prevenire i difetti di qualità. Per i produttori di automobili, infatti, è meglio essere predittivi che reattivi.

Più personalizzazione

L’industria 4.0 ha un ruolo di primo piano anche per quanto riguarda la personalizzazione del prodotto finale. I produttori di auto che lavorano secondo gli standard 4.0 possono personalizzare più facilmente i singoli veicoli, senza perdere in efficienza.

In particolare, si parla di personalizzazione di massa ovvero la capacità di un’azienda di fornire beni e servizi customizzati ad un mercato molto ampio, sfruttando tutte le potenzialità della tecnologia. In questo modo è possibile mantenere alta la qualità produttiva, ma rispondere con facilità alle esigenze specifiche dei clienti finali.

Catena di approvvigionamento agile

L’Industria 4.0 offre numerosi vantaggi per la catena di approvvigionamento in ogni settore. In particolare, per l’industria automobilistica, garantisce una migliore e più efficiente connettività tra ogni sua parte: con l’Industria 4.0, infatti, è possibile rendere il processo più reattivo e flessibile, il tutto fondato su una solida base di dati.

Inoltre, un’elevata interconnessione della catena di approvvigionamento – così come è di supporto nella pianificazione e nella programmazione del processo – è di grande aiuto per la tracciabilità del prodotto.

Automotive e industry 4.0: come sta cambiando il settore

L’industria automobilistica sta subendo una massiccia trasformazione, pervasiva in tutto il settore, e gran parte di essa è guidata da Industria 4.0 e dalla continua digitalizzazione dell’intera catena del valore. Le tecnologie che sono alla base di questa radicale trasformazione del mondo automotive sono comunemente chiamate tecnologie CASE per indicare connettività, autonomia, sharing mobility (mobilità condivisa) ed elettrificazione.

L’industria 4.0 ha ampliato le possibilità di trasformazione digitale nel settore automobilistico, diventando centrale per tutti gli attori in campo – produttori, fornitori, concessionari, organizzazioni finanziarie vincolate e tutti coloro che lavorano nell’ecosistema della mobilità.

Sfruttando la potenza delle tecnologie digitali e fisiche combinate e connesse – intelligenza artificiale, Internet delle cose, robotica, cloud computing e così via – le aziende di tutta la catena del valore stanno diventando più flessibili, efficienti e reattive, e stanno rimodellando il modo in cui operano le loro attività, coinvolgono i clienti e forniscono prodotti e servizi.

In conclusione, la maggior parte delle aziende dell’ecosistema automobilistico stanno investendo molto nell’innovazione dei prodotti e dei processi di produzione così da tenere il passo di fronte al rapido sviluppo tecnologico ed essere pronti alle nuove sfide future.

Fonti

[1] https://www.mckinsey.com/business-functions/operations/our-insights/manufacturings-next-act

[1] https://www.capgemini.com/

https://www.economyup.it/innovazione/cos-e-l-industria-40-e-perche-e-importante-saperla-affrontare/

https://apnews.com/press-release/wired-release/af39e5f86ea293f8c3324bed16148672

https://blog.viscosity.com/blog/what-is-industry-4.0-and-what-does-it-mean-for-my-manufacturing

https://www.pcabroker.com/automotive-4-0-il-futuro-della-mobilita/

Ultimi Articoli

Hai la necessità di un ingegnere già pronto su questo argomento?

INVIA LA TUA CANDIDATURA

Battery/Hybrid Control Engineer

Ruolo:

 Battery/Hybrid Control Engineer for Ferrari spa

System Platform:

  • HEV
  • PHEV (Plug-in)
  • EV

We are looking for an individual to join our team of dedicated engineers to develop, implement and debug advanced controls and observers for High Voltage Battery and Hybrid Energy Management applications. This person will be highly motivated, able to analyze and create complex models and simplify it in order to design the best controller possible. This person will work collaboratively with many groups of application, simulation, and software engineers. Responsibilities Validate on real measurement of model build from simulation engineers. Design different type of automated controls in order to guarantee the limit operation condition. All this controls are involved in a larger system: the entire vehicle, so all the interaction between components must be take into account.

All the implemented logics must be tested in MIL (Model-In the –Loop) SIL (Software- In the –Loop) by the candidate. Support for the software and application engineers is needed to finish the test in HIL (Hardware- In the – Loop) and directly on the test bench or inside the vehicle.

The candidate should be able to suggest innovative solutions to improve the entire system performance or simplify the current state of art of the different strategy implemented by the Hybrid Control group.

Requirements:

  • > 1+ years of MATLAB/Simulink development.
  • > 1+ years of experience in development of advanced automatic controls. C coding and MISRA knowledge.
  • Preferred Qualifications:
  • MS or PhD in Engineering, automation, electrical, electronic preferred.
  • One-plus (1+) years engineering experience in battery system control/estimation or electric machine controls.
  • Excellent technical skills in engineering, mathematics, and numerical methods.
  • Record of innovation is desirable: invention disclosures, patents, technical publications. Knowledge of the main tool for application and SW testing in automotive (Inca, DSpace).
  • Experience in electrical, thermal measurement including verification of measurement precision/tolerance.

Permanent Contract : full time

System integration per Whirlpool


TOP-ENGINEER è alla ricerca di Laureati in Ingegneria Elettronica, Elettrica, Informatica, Meccatronica e dell’Autoveicolo con almeno un esperienza di almeno 1 anni di lavoro per la sede di Cassinetta(VA)

RESPONSABILITA’:

  • Organizzare e controllare l’attività di ottimizzazione dei componenti elettrici/elettronici;
  • Verificare le anomalie di produzione del componente e verificarne la possibile soluzione con il team ed il proprio responsabile;
  • Collaborare al meglio con il gruppo per risolvere anche le piccole problematiche di produzione;
  • Perseguire gli obiettivi dell’azienda di cost reduction;
  • Raccogliere dal supervisor i dati per le ottimizzazioni del componente e portare avanti le modifiche richieste con l’utilizzo dei reparti di R&D;
  • Collaborare alla stesura delle modifiche, e far realizzare il prototipo per capire se la modifica è migliorativa o no;
  • Presentare un report sulla attività lavorative svolte con frequenza mensile;
  • Trasferire al gruppo di lavoro tutte le informazioni necessarie per completare le attività e comprendere le motivazioni degli errori svolti.


REQUISITI:

  • Esperienza minima di lavoro 1-2 anni;
  • Conoscenza componentistica elettrica/elettronica;
  • Disponibilità al trasferimento nella zona di lavoro;
  • Capacità di imparare velocemente e di mettersi in gioco;
  • Capacità di problem-solving, valutazione dei risultati raggiunti, pianificazione delle attività con largo anticipo e analisi dei dati in autonomia;
  • Spiccata capacità organizzativa;
  • La conoscenza della lingua inglese è obbligatorio;


La posizione è full time.

Il tipo di contratto e di retribuzione saranno proposti in linea alle caratteristiche del candidato.